Get Adobe Flash player

Articoli

Editoriale 2

Questo secondo numero del Filo di Arianna pubblica tra i "Materiali da lavoro", la sezione dedicata espressamente agli studenti delle superiori, tre corposi "bouquet", il primo dedicato a Socrate, il secondo alla tecnologia nel Medioevo e il terzo, quasi un sottoinsieme di quest'ultimo, alle navi e alla navigazione nel Medioevo.

Il "bouquet", come tutti sanno, è un mazzolino di fiori. La metafora ci pare alludere bene alle caratteristiche degli articoli che vogliamo presentare ai nostri lettori: in un mazzo di fiori infatti ci deve essere un certo ordine, ma non necessariamente deve esistere una gerarchia rigida e fissa. Ci possono essere ripetizioni e sovrapposizioni, e possono essere utili anche umili rametti coperti solo di foglie. In ogni caso, ciascuno è libero di scegliere quello che gli piace o che gli serve di più. Con i nostri contributi è esattamente lo stesso: non si tratta di "coprire"  sistematicamente tutto l'argomento attrato con una ben studiata sequenza di pezzi da percorrere rigidamente in un solo senso, quanto piuttosto fornire una certa quantità di "tessere" o di "mattonelle", che possono anche sovrapporsi in parte e che in parte possono anche lasciare degli spazi vuoti:  saranno i lettori a scegliere da ciascuna di esse quello che serve loro e ricostruire per proprio conto il percorso di cui hanno bisogno.

Naturalmente i contributi di questo mese non finiscono qui: vi segnaliamo tra gli altri gli articoli di Mara Cruini su Kant e sull'esistenzialismo, il contributo di Roberta Carrera sulla bioetica e le riflessioni di Claudio Aquino sul grande storico Jakob Burckhardt.

Rispetto al primo numero abbiamo già aggiunto due sezioni in più, quella dedicata a "Francese", con un contributo di Francesca Girardi dedicato al lessico informatico, e quella degli "Strumenti", che per il momento contiene una sezione dedicata ai siti e un'altra dedicata alle "Cartine". Queste ultime sono disegnate a media risoluzione utilizzando fonti accertate e, come tutto il materiale di Filo di Arianna, è utilizzabile liberamente senza scopo di lucro sotto la licenza Creative Commons

Il vantaggio di realizzare una rivista on line invece che su carta consiste nella possibilità di sfruttare le risorse delle cosiddette Nuove Tecnologie. Noi lo facciamo, per il momento, raccogliendo nella colonna di sinistra tutte le informazioni e i servizi essenziali: autore, data, lunghezza, indice di leggibilità, bibliografia, collegamenti ipertestuali, link per una corretta citazione dell'articolo. Molti articoli hanno già adesso (ma ci proproniamo di estendere questo servizio a tutti gli articoli) anche un "Sondaggio", assolutamente anonimo, per avere un feedback,  come si usa dire oggi, sull'opinione che il testo ha avuto tra i lettori.

Ricordiamo ancora una volta che la partecipazione al progetto di Filo di Arianna è aperta a tutti gli insegnanti (o aspiranti tali...) delle scuole superiori: il CMS Joomla!, che supporta la rivista, permette infatti previa una semplice registrazione di caricare direttamente gli articoli sul sito.

.

Questo sito fa uso di cookies di terze parti (Google e Histats) oltre che di cookies tecnici necessari al funzionamento del sito . Per proseguire la navigazione accettate esplicitamente l'uso dei cookies cliccando su "Avanti". Per avere maggiori informazioni (tra cui l'elenco dei cookies) cliccate su "Informazioni"